Regole per l’aperitivo

Regole per l’aperitivo

Cristina Parizzi

Per stare un po’ insieme agli amici e per creare un incontro non è sempre necessario organizzare lunghi pasti impegnativi e si può fare qualcosa di diverso dal classico invito pomeridiano per un caffè o un té.
Possiamo preparare uno stuzzicante aperitivo!

 

L’aperitivo si può organizzare prima del pranzo, dalle 11,30 alle 13,00 o prima di cena dalle 18,30 alle 20,00 che è l’orario più giusto per creare un piccolo evento. Di solito prima di pranzo si offre l’aperitivo quando di seguito viene offerto anche il pranzo.
La tavola per l’aperitivo può essere apparecchiata con piattini, poi servono vassoi per i cibi e caraffe per le bevande, non servono posate.
Per l’aperitivo, si possono servire torte salate, stuzzichini, pizzette, tartine e tramezzini, insaccati e affettati italiani, salatini e patatine e poi cocktail, long drink, succhi di frutta, spremute, cocktail… la scelta dipende dal tipo di occasione.

Ma se non avete tempo anche della gustosa frutta secca, se ben presentata può servire alla bisogna

 

Qui ho preparato tre esempi di aperitivi veloci che potranno ben fungono ad esempio:

 

Aperitivo per occasione formale.

Bere: champagne molto freddo, long drink con la frutta fresca, cocktail con più liquori…

Aperitivo occasione formale

 

 

Aperitivo per occasione informale.

Bere: misto di vermouth dry e di gin, champagne martini, bitter analcolici, succhi di frutta, cocktail…

Aperitivo per ogni occasione

 

Aperitivo per ogni occasione.

Bere: Spremute con vino bianco, bevande e cocktail a bassa gradazione alcolica

Aperitivo per ogni occasione

About the Author:

Cristina Conti Parizzi nata il 01-01-1976 a Sesto San Giovanni (Milano) Sposata con Marco Parizzi Mansione: Socia presso Ristorante Parizzi Socia e amministratore delegato di Parizzi Suites&Studio srl Sommelier professionista dal 2002

Leave A Comment