Ti va un caffè

Ti va un caffè

Solo se è buono!

Caffè il il nome della pianta.

Caffè è il nome del seme.

Caffè è il nome della bevanda che se ne ricava.

Gia questo dovrebbe farci capire che siamo davanti ad un prodotto magico.

Un altro indizio lo si trova nella tostatura, il chicco perde quasi completamente il suo peso e si svuota, non aumenta volume, non esplode. si svuota semplicemente.

Poi viene macinato in polvere, e sprigiona tutto il suo aroma nella tazza.

Il caffè è una mia vecchia passione, un amore che mi accompagna fin da piccolissimo, non ho idea di quanti ne posso aver bevuti sicuramente tanti.

Ora quale è la qualità di caffè migliore? Arabica o Robusta? Così su due piedi a tutti verrebbe da rispondere: ma che domande Arabica.    Esattooooo!

L’arabica è la prima qualità di caffè usato dall’uomo, nasce nella fascia equatoriale ad un altitudine compresa fra i 200 e i 2000 metri. é a metà fra una pianta e un arbusto e richiede molte cure per facilitare i lavori colturali.  La pianta del caffè vive in perfetta armonia con altre piante da frutto, da legno o leguminose. I primi raccolti avvengono anche dopo 4-5 anni, le piante sono produttive per 20-30 anni, seppure il momento migliore sia quello intorno ai 15 anni. Contiene molta meno caffeina della robusta, ha un sapore più dolce, molto più aromatico ed elegante.

La robusta, lo si può intuire anche dal nome nasce da 0 a 600 metri di altezza, non richiede particolari cure ed è difficilmente attaccabile dai parassiti ed è diffusa per lo più in Africa, molto più economica quindi.

Questo è l’unico vero motivo della sua enorme diffusione oggi. Alcuni sostengono che la robusta dona cremosità al caffè.

In realtà, crea uno spessore di crema superiore, l’arabica ha una maggiore cremosità totale. La robusta oggi sta sempre di più aumentando la sua produzione, alcuni vendono addirittura miscele di sola robusta, ma non c’è nessuna ragione gustativa: ha più caffeina, una polvere più fina e quindi più residui nella tazza, amomi nettamente inferiori e gusto più amaro.

Un buon caffè è Arabica, punto.

Una menzione particolare merita Il Kopi Luwak  è un tipo di caffè prodotto con le bacche, ingerite, parzialmente digerite e defecate da un marsupiale indonesiano, viene prodotto in quantità limitate, precisamente 230 kg all’anno ed inoltre è il caffè più costoso al mondo: infatti il suo prezzo varia da €500,00 a €900,00 al kg.

Per quanto riguarda l’espresso con lo zucchero o senza, vi rimando a quello che mi disse tempo fa il mio guru in campo di caffè: Gianni Frasi

“con un po di zucchero per sentirne i pregi, senza zucchero per sentirne di difetti”

E la prossima volta che vi inviteranno a bere un caffè, mi raccomando: siate selettivi.

Articolo pubblicato sulla Gazzetta di Parma

By |maggio 10th, 2015|Angolo di Marco|Commenti disabilitati su Ti va un caffè

About the Author:

Marco Parizzi Chef proprietario del ristorante Parizzi Socio Parizzi Suites%Studio Consulente ristorazione